Articolo in evidenza

Presentazione

Mi chiamo Luca Federico Fianchini, questo è il mio sito personale, in cui mi presuppongo di promuovere le mie competenze.
Cosa faccio? Attualmente trascorro molto del mio tempo leggendo letteratura tecnico-scientifica, seguendo convegni e scrivendo articoli su un sito registrato (Agrolinker) di cui sono proprietario/responsabile, che ha per fine di comunicare le scienze agrarie, ovvero l’agricoltura, vista da un punto di vista scientifico, ma usando un approccio divulgativo, cioè che possa essere comprensibile da parte di un pubblico più vasto degli scienziati, dei ricercatori, dei tecnici.

Molta gente non lo sa, ma l’agricoltura professionale è un’attività complessa, che si avvale di competenze studiate in diversi ambiti scientifici. Chi all’università ha studiato le scienze agrarie ed assiste gli agricoltori applica in diversa misura queste conoscenze, fondendole con creatività, cioè usando l’ingegno. Per questo motivo in molte nazioni tali professionisti sono conosciuti come ingegneri agronomi e le scienze agrarie come ingegneria agronomica.

Il concetto sembra molto chiaro: non si tratta di costruire case, ma semmai piante, o comunque risolvere problemi di vario tipo in un ambiente e un paesaggio più tipicamente rurale. Purtroppo a livello normativo ciò non viene ben recepito e quindi risulta difficile esprimere in modo sintetico ed efficace l’ambito d’interesse delle scienze agrarie.

Il segreto del comunicare è tutto qui: cercare di portare informazioni chiare e obbiettive alla gente: è una cosa sui cui vale davvero la pena di perdere del tempo.

In definitiva sono laureato in Scienze Agrarie e quindi diciamo che riesco a muovermi abbastanza bene in questi argomenti, fin quando qualcuno non vuole misurare il mio lavoro e la mia competenza col metro: comunicare non è fare una gara, ma mettere qualcosa di personale (la nostra cultura generale) nelle nozioni scientifiche.

Le riviste scientifiche e tecniche risultano comprensibili solo a chi le legga abitualmente ed è per questa ragione che son vendute in abbonamento anziché in edicola. Ma in modo analogo a quanto indicato per i linguaggi di programmazione possiamo dire che anche nella comunicazione scientifica esiste un linguaggio di livello più alto, cioè più prossimo all’utente, che permette di ottenere un buon risultato senza sacrificare la precisione, rispetto alle difficoltà del linguaggio di basso livello, quello della macchina (o della pianta), i cui dettagli non possono essere agevolmente comunicati a chiunque.

L’ambito della divulgazione si avvantaggia della cultura individuale per comunicare la conoscenza tecnico-scientifica e raggiungere un pubblico più vasto, anche attraverso i media nazionali, come riescono a fare con grande bravura gli ‘estensionisti’ delle università statunitensi, che io ammiro molto nel loro continuo sforzo di migliorare la tecnica di comunicazione online, la conoscenza delle applicazioni informatiche e l’abilità di ‘fare rete’.
Sebbene non ci possa essere improvvisazione ed egocentrismo nella divulgazione agricola c’è comunque spazio per un valore aggiunto individuale nel veicolare all’esterno informazioni chiare riguardo scoperte scientifiche altrui, che potranno in prospettiva rendere meno gravoso e più redditizio il lavoro degli agricoltori.

L’argomento del mio sito è strettamente collegato alla mia formazione professionale; però come chiunque ho anche altri interessi e questi finiscono per contagiare quello che scrivo e quello faccio all’esterno. E alla fine la nostra immagine è quello che noi siamo, le nostre esperienze e passioni, piuttosto che quello che talvolta cerchiamo di apparire.

This page once was also written in English, because Agrolinker is for me an occasion of interacting with people from all over the world (también en Español) so, if you want, you will be able soon to comment my articles in these languages.

Goodbye,

Luca

Le mie Fotografie

Purtroppo, o forse per fortuna, online non ci sono fotografie che mi raffigurano, perché come la maggior parte delle persone comuni, per abitudine condivido le foto solo nell’ambiente familiare, a volte con amici, che normalmente non le mettono online, o se anche dovessero pubblicarle non ci scrivono chi sono le persone raffigurate, perché sanno quanti problemi e fraintendimenti possono poi sorgere online.

Conseguentemente quando qualcuno mi cerca sui motori di ricerca trova solo quello che scrivo e firmo. Tutto il resto sono associazioni casuali effettuate dagli algoritmi dei motori, che mai raggiungono la perfezione e spesso associano query di ricerca, testi e fotografie, in maniera del tutto casuale.

Così cercando me viene fuori un incredibile caleidoscopio di fotografie belle e brutte, ma che con me non hanno a che vedere:
non sono quel tipo che alza il cappello e vi guarda sorridendo, quello che mostra la medaglia vinta a una gara, quello che piange con gli occhiali, quello che si accende il sigaro, quello che scappa con la ragazza per mano, quello con la maglia da calciatore, quello che fa il discorso davanti alla bandiere, nè il tizio con la cinepresa sulla spalla; insomma lì non ci sono, sono qui.

Sono quello che scrive e che, se vorrete, potrete leggere online, prevalentemente nei miei siti internet, ma se vorrete potrò firmare articoli anche sulle vostre pubblicazioni.

Pagine sui SocialMedia

Di seguito le pagine sui socialnetwork del sito Agrolinker e quelle mie personali, suddivise per argomento:

Twitter:

  • AgriSci-Agrolinker: https://twitter.com/ForumAgrolinker
  • Rural-Agrolinker: https://twitter.com/ForoAgrolinker
  • Landscape-Agrolinker: https://twitter.com/Agri_landscapes

Infine c’è una pagina sperimentale in tedesco.

Facebook:

https://www.facebook.com/External.Agrolinker (pagina di sola presentazione, classificata come pagina ‘brand’).

Inoltre ho due pagine personali su Twitter:

  • Una di presentazione collegata alle precedenti: LucaFed.Fianchini64: https://twitter.com/LucaF_Fianch1ni
  • Un’altra pagina, anonima, che utilizzo per apprendere informazioni, interagire e dibattere sopra argomenti molto variegati, tra cui anche la comunicazione online.

Facebook:

La mia pagina Facebook, riportante il mio nome e cognome, è stata aperta automaticamente alla registrazione ma è inattiva e serve esclusivamente a tenere attivo l’account del sito Agrolinker.

Formazione Professionale

Di seguito l’elenco degli ultimi convegni/corsi/workshop che ho seguito (non sono inclusi gli eventi diffusi in modalità FAD).
Tale insieme di eventi formativi non sono necessariamente coincidenti per requisiti con quanto indicato dalla legge 137/2012 (art. 7), nel cui caso gli eventi formativi, per essere considerati tali, devono sempre presentare specifici requisiti ed essere poi approvati da un apposito comitato di valutazione:

  • Visite tecniche: ‘CampoDemo 2017’, relative a prove di campo di varie combinazioni di erbicidi e coadiuvanti su mais, soia e riso in asciutta, 22 giugno 2017; c/o Agricola 2000 – Azienda Agricola Cerri, Via Matteotti 20, Loc. Melegnanello – Turano Lodigiano e Azienda Agricola Valsecchi, Olmo (Lodi).
  • ‘Il nostro futuro professionale e previdenziale’ Giussago (PV), 19 giugno 2017 (convegno metaprofessionale, ordinistico e previdenziale, per gli iscritti agli albi professionali, che fan riferimento all’ente previdenziale EPAP).
  • Visita di studio ‘Chi va al mulino…’, lunedì 12 giugno 2017:
    – visita ai campi sperimentali dei cereali ed al laboratorio di analisi della qualità dei frumenti dell’Istituto per la Cerealicoltura del CREA; via Forlani, 3; Sant’Angelo Lodigiano (LO).
    – visita al mulino sperimentale OCRIM (Cremona).

  • AGROFOREST 2017: ‘Fiori del Lago Maggiore: verso una IGP’; FLOR-COOP, via per Meina, 4 – Nebbiuno (prov. Verbania-Cusio-Ossola), sabato 10 giugno 2017; convegno sulla produzione florovivaistica locale, visita agli impianti della cooperativa, alle serre di un’azienda produttrice di camelie e al Giardino Alpinia di Alpino di Stresa.
  • City&brand landscape. Il paesaggio come strategia. La qualità del paesaggio per un’architettura di qualità. Milano, Palazzo della Triennale – Salone d’Onore, viale Alemagna, 6; 9 giugno 2017.
  • ‘EPAP Day’: Programmi pensioni assistenza; welfare e servizi agli iscritti (agli ordini professionali che fan riferimento all’ente di previdenza EPAP). Borgo Faiti (Latina), Hotel Foro Appio Mansio, 23/5/2017.
  • ‘Protocolli obbligatori e certificazioni volontarie di prodotto e di processo nel settore agroalimentare: invarianti professionali’ (Milano 15 maggio 2017; Università Statale di Milano – Settore didattico, via Celoria, 26 – aula 204).
  • Conferenza: ‘Green infrastructures for more liveable cities’ (Milano, Università Bocconi; 7 aprile 2017).
  • ‘Acque d’Italia – Conferenza nazionale’ (Roma, Aula dei Gruppi Parlamentari; 22 marzo 2017). Di questo convegno ho realizzato un Reportage, su Agrolinker.
  • ‘Le valutazioni immobiliari nel settore-agrario-agroalimentare-agroindustriale’ (Roma, Centro Congressi delle scuderie di Palazzo Altieri – Sede ABI; 16 marzo 2017).
  • ‘The Land and Urban Repair. La funzione sociale e culturale del restauro del paesaggio. Tendere verso la bellezza.’ (Roma, Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio – Palazzo Patrizi Clementi; 14 marzo 2017).
  • ‘Applicazione della luce di sincrotrone per la ricerca nell’agroalimentare’ (Roma, CREA – Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, 10 marzo 2017). Di questo convegno ho realizzato un Reportage, su Agrolinker.
  • ‘Biogas Italy – Stati generali del biogas e biometano’ (Roma, Rome Life Hotel; via Palermo 10; 24 febbraio 2017).
  • ‘II workshop Ricerca e servizi: I siti inquinati nel sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (SNPA)’ (Roma, Ministero dell’Ambiente – Convegno organizzato da ISPRA; 22 febbraio 2017).
  • Seminario ‘Oliveto Sicuro’ (Azienda ARSIAL di Ponte Sfondato – Montopoli di Sabina – Rieti; 11 febbraio 2017).
  • Seminario: ‘Agricoltura biologica: I primi risultati delle attività della RRN 2014-2020’ (CREA – Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria; Roma, Hotel Radisson, 6 febbraio 2017).
  • Seminario: ‘Sviluppo rurale 2014/2020 e Programma Man and biosphere UNESCO’ (Parco Nazionale del Circeo, Sabaudia, LT; 19 gennaio 2017).
  • Workshop internazionale: ‘Mediterranean Fires: Global and Local Challenges’ (organizzato dal Consiglio per la Ricerca in Agricoltura, presso la FAO; Roma 13 dicembre 2016).
  • Convegno: ‘Verde pubblico e costo del ciclo di vita negli appalti pubblici’ (organizzato dal Comitato del Verde Pubblico del Ministero dell’Ambiente; Roma 21 novembre 2016).
  • Corso di Formazione: ‘Proprietà intellettuale e comunicazione scientifica nella società dell’informazione’ (Università di Camerino – ISAS School of Advanced Studies; Camerino – MC, 12 ottobre 2015).
  • Convegno: ‘La sicurezza dell’agricoltore da criticità a punto di forza per lo sviluppo’ (5a Festa nazionale di Copagri, presso la Fondazione Bandini, Abbadia di Fiastra – MC, 25 ottobre 2014).

Esami Universitari

Esami da me superati all’università (Corso di laurea in Scienze Agrarie, vecchio ordinamento):

(1) Chimica generale inorganica applicata analitica
(2) Mineralogia e geologia
(3) Matematica
(4) Chimica organica
(5) Storia dell’agricoltura
(6) Zoognostica (valutazione morfologica del bestiame)
(7) Zoologia generale
(8) Botanica generale
(9) Agronomia generale e coltivazioni erbacee I (=agronomia)
(10) Allevamento vegetale (=principi di genetica vegetale)
(11) Coltivazioni arboree
(12) Frutticoltura industriale
(13) Economia e politica agraria
(14) Diritto agrario
(15) Fitofarmaci
(16) Chimica agraria I (=biochimica)
(17) Fitormoni e fitoregolatori in arboricoltura
(18) Fisiologia vegetale
(19) Patologia vegetale
(20) Microbiologia agraria e tecnica (=microbiologia generale)
(21) Viticoltura
(22) Microbiologia del terreno
(23) Fisiologia post-raccolta dei prodotti frutticoli
(24) Botanica sistematica
(25) Malerbologia (=infestanti e tecnica del diserbo)
(26) Genetica vegetale
(27) Fisica
(28) Entomologia agraria
(29) Orticoltura e floricoltura
(30) Chimica agraria II (=chimica del suolo)
(31) Estimo rurale e contabilità
(32) Idraulica agraria
(33) Agronomia e coltivazioni erbacee II (=coltivazioni erbacee)

Formazione Scolastica

Formazione scolastica – professionale:

– 2003: Attestato del corso di specializzazione post-diploma (per diplomati): ‘Disegno progettuale di giardini con l’utilizzo di software specifici’, della durata di ore 476, conseguito presso la Fondazione Minoprio, Viale Raimondi, 54 – Vertemate Con Minoprio (Como)

– 2001: Abilitazione professionale: Dottore Agronomo
Iscritto dal marzo 2002, nella Sezione A dell’Albo, presso l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Milano.
Non sono abilitato ‘Consulente fitosanitario’ (esame regionale previsto dal ‘PAN fitofarmaci’ – Dir.128/2009 – DM 22/01/2014, che non ho effettuato), sebbene la difesa fitosanitaria sia uno degli ambiti di mio maggiore interesse ed aggiornamento. Pertanto non posso prescrivere fitofarmaci.

– Università: Laurea in Scienze Agrarie (vecchio ordinamento) presso l’Università Statale di Milano, via Celoria, 2 – Milano.
Tesi di laurea sperimentale dal titolo: Applicazione del DIF e del Cool-morning nella riduzione della taglia di Begonia elatior Rieger in coltura protetta.
Graduation-tesis: Application of DIF and Cool-morning in order to reduce the plant-height in Begonia elatior Rieger, grown in greenhouse environment.

– Scuole superiori:

Diploma di Liceo Scientifico, conseguito presso l’Istituto Edmondo De Amicis, Via Alfonso Lamarmora, 34, Milano